Prenotazioni e assistenza Lunedì-Domenica, 24h/24 Costo max € 1,8 IVA incl/min
89 20 40

Home » Viaggiare.it per il sociale » Flying Doctors di AMREF Italia

Ricerca Voli


Cerca »

Ricerca Hotel

Dove vuoi alloggiare?

Arrivo / Partenza

Adulti
Bambini


Cerca »


Flying Doctors di AMREF Italia

Un aereo dei Flying Doctors di AMREF


In Africa Orientale operano appena 8 medici e 32 infermieri ogni 100 mila abitanti, il 90% dei quali concentrati nei grandi centri urbani, dove opera maggiormente il sistema sanitario statale.
Il 70% della popolazione vive invece nelle aree rurali, territori semidesertici dal raggio di diversi chilometri, dove gli ospedali sono rari, privi dei farmaci e delle strumentazioni necessarie, e con personale scarso, inesperto e non aggiornato.
Nel 1957 Michael Wood, un chirurgo inglese straziato dalle condizioni sanitarie dei villaggi kenioti, decise di creare AMREF, l’associazione dei Flying Doctors. Da 50 anni i dottori volanti, operano, assistono e formano in questo contesto. La base operativa si trova in Kenya, a Nairobi, ma il loro raggio di azione copre un territorio vastissimo: Kenya, Tanzania, Uganda, Somalia, Etiopia, Sudan e Ruanda.

I Flying Doctors sono chirurghi, ginecologi, pediatri, che in 2-3 giorni operano e curano senza sosta, affrontando infezioni, fratture, interventi chirurgici di normale routine in ogni ospedale italiano, ma che diventano eccezionali nelle aree rurali africane, carenti di servizi e operatori sanitari.
Per questo motivo ogni viaggio dei Flying Doctors comprende anche una sessione di formazione per il personale locale, che assiste i dottori negli interventi e viene poi istruito per poterli attuare in prima persona, con l’obiettivo di rendere l’ospedale rurale il più possibile autonomo.

Il progetto e il contesto dell'intervento.

Lo "Outreach medical services programme" dei Flying Doctors di AMREF - letteralmente "programma di servizi medici per le aree remote" – è stato fondato in Kenya nel lontanto 1957 e comprende 110 ospedali delle aree rurali del Kenya, Uganda, Tanzania, Somalia, Sudan Meridionale.
Il sistema sanitario dei paesi dell'Africa Orientale è principalmente fondato su una struttura ospedaliera urbana. Tuttavia, poiché il 70% della popolazione vive in comunità rurali in territori vastissimi semidesertici e lontani dai principali centri d'assistenza medica specializzata, negli ultimi 20-30 anni, si è dedicata sempre più attenzione allo sviluppo di piccoli centri sanitari e infermerie, che dovrebbero garantire l'assistenza sanitaria di base alle suddette comunità.

Ad oggi queste strutture - chiamate "ospedali remoti" - forniscono ancora un servizio sanitario scarsamente efficiente, a causa dell'assenza di personale medico qualificato (il 90% dei medici lavora nelle grandi città) e di attrezzature, con la conseguenza che le comunità rurali sono fortemente penalizzate.

Obbiettivi del progetto:

  • Garantire un regolare servizio di assistenza medica specialistica alle popolazioni delle aree rurali più remote;
  • rendere gli ospedali remoti sempre più autosufficienti, attraverso un'assidua attività di formazione del personale medico locale e una continua ricerca per identificare e prevenire i principali problemi medici endemici di queste aree;
  • fornire un servizio di pronto soccorso aereo.

Beneficiari del progetto:

I principali beneficiari del programma sono i pazienti poveri e svantaggiati abitanti le remote aree rurali dell'Africa occidentale che si stima sia popolata da circa 12 milioni di abitanti.

Attività e modalità del progetto:

Le attività e le modalità del progetto sono annualmente definite in base alle necessità riscontrate nelle strutture sanitarie rurali, per cui per un ospedale si può prevedere un maggior numero di visite nell'arco dell'anno, mentre per un'altra struttura può riscontrarsi una minore necessità, essendo questa divenuta più autonoma.
Queste valutazioni sono possibili grazie agli scrupolosi rapporti che gli specialisti scrivono al ritorno dalle loro missioni.

Il Servizio utilizza 5 aerei leggeri della flotta AMREF i cui costi vengono ammortizzati tra i vari servizi, con voli periodici, programmati su base semestrale, su diverse rotte (circuiti).
Ogni ospedale viene visitato regolarmente, dalle due alle sei volte l'anno, in funzione del numero di pazienti, della sua ubicazione, del tipo di patologie e dell'abilità acquisita dallo staff locale.

Ogni specialista vi si trattiene 4-5 giorni. La logistica e gli altri aspetti tecnici delle visite sono coordinati via radio, grazie a una fitta rete di comunicazione di AMREF costituita da una sala di controllo centrale, presso la sede di Nairobi, e da più di 120 stazioni radio ad alta frequenza, distribuite su tutta l'area di intervento.

Il programma si occupa di  110 ospedali rurali nell'Africa orientale, visitandoli  da 2 a 6 volte l'anno per poter fornire a questi remoti luoghi servizi sanitari specialistici e raggiungere le comunità più svantaggiate.

Molte ore sono dedicate alla formazione teorica e a quella pratica con dimostrazioni di simulazioni in corsia e laboratorio. Questa attività permette l'aumento delle capacità e di conseguenza l'aumento dell'empowerment delle comunità di cui i maggiori beneficiari sono le persone svantaggiate delle zone rurali e lo staff degli ospedali di queste zone.

Il programma supporta e integra le azioni contro la povertà, coinvolgendo le persone malate e disabili e ridando loro la possibilità di essere reintrodotte nella famiglia, nella comunità e nel paese. I Servizi dei Flying Doctors rivolgono particolare attenzione alle donne, ai bambini e alle persone disabili, che rappresentano i gruppi più svantaggiati della regione. Basti pensare che circa il 35% dei servizi di chirurgia medica fin ora prestati hanno riguardato la salute riproduttiva della donna.

Lo "Outreach medical services programme" dei Flying Doctors nel dettaglio

Lo "Outreach medical services programme" comprende 5 sottoprogetti correlati tra loro:

1. Specialist Outreach – Assistenza Medica Specialistica

Lo Specialist Outreach Service fornisce una costante assistenza medica specialistica ad una rete di ospedali, missionari o distrettuali, tra i più isolati e carenti di personale dell'Africa Orientale.
Tale progetto prevede la formazione medica del personale locale e  l'aggiornamento permanente degli infermieri e degli operatori sanitari (clinical officers), con l'obiettivo di rendere gli ospedali rurali sempre più autosufficienti.

Il circuito finanziato da AMREF Italia comprende 7 ospedali rurali situati nel nord Kenya (Moyale, Marsabit, Maralal, Mandera, Wajir, Hola, Garissa). Gli specialisti impegnati in questo circuito provengono dalle strutture ospedaliere dei principali centri urbani (per lo più dal Kenyatta Hospital di Nairobi) e vengono utilizzati a tempo determinato.

2. Surgical Outreach – Assistenza Chirurgica Specialistica

Il Surgical Outreach svolge una fitta rete di attività chirurgiche specializzate in stretta collaborazione con l'Assistenza Specialistica e con gli ospedali cittadini con cui AMREF ha stipulato un contratto di collaborazione.
Le attività di chirurgia riguardano principalmente problemi  urologici,  fistole ai genitali femminili, o difetti congeniti che includono le deformità causate da labbro leporino, ustioni, ferite, lebbra e poliomelite.
I bambini rappresentano i 2/3 dei pazienti bisognosi di cure, e  gli interventi chirurgici effettuati su di loro sono per lo più legati a malformazioni congenite e ustioni.

Frequenti sono i casi di labbro leporino, (la cui causa è la denutrizione durante la gravidanza), di contratture alle mani o ai piedi (queste ultime impediscono ai bambini di camminare e quindi di frequentare la scuola), di ustioni (spesso causate dalle lampade a olio).
Prima di ogni visita, gli ospedali sono contattati per confermare il tipo di specializzazione richiesta, per verificare che i pazienti siano registrati e pronti, per ottenere una lista per le visite chirurgiche, e per comunicare l'ora esatta di arrivo dell'aereo in modo che  le comunità rurali possano essere presenti.

3. Leprosy/Reconstractive Surgery Outreach – Chirurgia Plastico Ricostruttiva

Il Leprosy/Reconstructive Surgery comprende 14 ospedali rurali situati in Kenya, Tanzania, Uganda, Rwanda ed Ethiopia.
Mediamente il 20% delle operazioni eseguite nell'annualità sono di chirurgia plastica per malformazioni su pazienti affetti da lebbra
Altri interventi molto comuni sono quelli su labbro leporino, contratture,malformazioni e ustioni.
Il Dr. Asrat è il responsabile di questo servizio clinico.

4. Clinical  Laboratory, Emergency Diseases Investigations – Laboratorio di Analisi

L'attività del Laboratorio di AMREF rappresenta una delle principali risorse nello sviluppo dei servizi diagnostici sia a livello centrale che a livello periferico. Fornendo le principali linee guida alle organizzazioni sanitarie per far fronte alle principali malattie endemiche locali, il Laboratorio di AMREF fornisce un supporto nel gestire e monitorare i casi di epidemie.

Il Laboratorio AMREF analizza ogni anno più di 1.300 agenti patogeni responsabili di epidemie e, queste indagini, sono per lo più rivolte ad epidemie di colera, dissenteria e meningite.

5. Emergency Evacuations – Evacuazioni di Emergenza

Servizio di Pronto Soccorso Aereo per i pazienti in gravi condizioni e residenti in aree remote, consiste nell'evacuazione del paziente all'ospedale più vicino.
La richiesta d'intervento e la logistica sono coordinati via radio. La rete di comunicazione radio di AMREF è costituita da una sala di controllo centrale (call centre), situata presso la sede di Nairobi, e da più di 120 stazioni radio ad alta frequenza, distribuite su tutta l'area di intervento.

Come sostenere il progetto dei Flying Doctors

Entra nel Club "Amici dei Flying Doctors" per sostenere con regolarità il servizio di assistenza medica specialistica agli ospedali remoti:

  • Euro 78 "Ali Bianche"
  • Euro 155 "Ali d'argento"
  • Euro 233 "Ali d'oro"
  • Euro 517 "Ali di platino"
  • Copri  i costi di una giornata di assistenza medica specialistica con 900 euro
  • Finanzi interamente una visita dei Flying Doctors ( della durata di 3-4 giorni)   ad  un ospedale remoto con 2.900 euro.
  • Sostieni i costi di un'evacuazione di emergenza con 7.000 euro.
  • Con una libera donazione sostieni tutte le attività del progetto.

Clicca qui per effettuare la tua donazione, aiuta AMREF Italia a garantire il diritto alla salute!

 

L'iniziativa di Viaggiare.it con AMREF

Dal 1 dicembre al 7 gennaio per ogni volo venduto Viaggiare.it ha provveduto a donare 10 euro ad AMREF Italia per sostenere il progetto dei Flying Doctors.
I soldi raccolti da AMREF Italia sono serviti per sostenere l'intervento dei Flying Doctors nella crisi politica e umanitaria che ha coinvolto il Kenya dal 27 dicembre in poi, in seguito alle discusse elezioni politiche.

Progetti sostenuti

I servizi di Viaggiare.it





Viaggiare.it


Home

»Chi siamo »Condizioni contrattuali »Centro Assistenza »Impegno sociale

Voli

»Compagnie aeree »Offerte voli »Carta diritti ENAC

Hotel

»Prenotazione hotel

Auto

Crociere

»Viaggi crociera »Condizioni contrattuali

Vacanze

»Pacchetti vacanza »Prezzi esclusivi

Blog

Diari di viaggio

»Help

Guide

Voli low cost | Crociere | Vacanze veliche | Ristoranti |

Questo sito web è di proprietà di BravoNext SA, con sede in Vicolo Dè Calvi 2 6830 Chiasso, CH (no. d'ordine: CHE -115.704.228 e P.IVA CHE-115.704.228IVA, tel. 892040 - € 1,80 IVA incl./min ). Tutti i diritti riservati © 2006 - 2016. Viaggiare.it è un marchio registrato ®. I servizi disponibili attraverso il sito sono offerti da lastminute.com group o dai suoi Partner.